SAN PIETRO CELESTINO V

LA PERDONANZA A L'AQUILA

SPIRITUALITA' CELESTINA

La vita di San Celestino V

 

 

Celestino V°, o Pietro da Morrone, nacque ad Isernia in Abruzzo l'anno 1215 da virtuosi e caritatevoli genitori.

E' una figura emblematica del secolo di grandi santi, ma anche di profonde lacerazioni nel tessuto della Chiesa.

Fu Papa per pochi mesi soltanto.

Aveva già quasi settant'anni quando fu strappato dalla solitudine della vita monastica e fu spinto ad accettare il pesante incarico di capo della Chiesa.

La Santa Sede era vacante da 27 mesi: egli dovette accettare.

Ma qualche mese più tardi rinunciò volontariamente al governo della Chiesa.

Passò al gaudio sempiterno l'anno 1296, Clemente VI lo proclamò santo nel 1313.

Figlio di San Benedetto, di cui praticò le lezioni di umiltà, S. Celestino aveva visto affluire nel suo eremitaggio numerosi discepoli attratti dalla santità della sua vita.

Di qui l'origine di un ramo dell'Ordine benedettino che portava il suo nome: " i Celestini".

Il ramo maschile soppresso al tempo della Rivoluzione francese.

Il ramo femminile ancora vivente a L'Aquila e a Barletta.